fbpx
Isabella Berardi
Stai leggendo
Il mio nuovo logo: come la community è stata fondamentale
0
Social media, Storytelling

Il mio nuovo logo: come la community è stata fondamentale

The Fashion Cherry Diary - Isabella Berardi

Questa non è la storia del mio nuovo logo.

Questa è la storia di come costruire una community e avere relazioni sane e sincere sui social sia fondamentale.

E di come debba essere questo l’obiettivo da perseguire, se vogliamo crescere e stringere legami, anche di business, con le persone.

The Fashion Cherry Diary - Isabella Berardi

Il vecchio logo: qualcosa in cui non mi riconoscevo più

Quando ho aperto il mio blog, a settembre 2016, non mi aspettavo che, poi, tutto avrebbe preso una piega così “importante” e differente da come avevo deciso di iniziare.

“The Fashion Cherry Diary” doveva essere solo un blog di moda. Da circa un anno avevo iniziato a lavorare come social media manager. Da 3 anni ero diventata mamma.

Non mi aspettavo che avrei unito queste competenze in una cosa unica, che avrei monetizzato questa passione, che avrei aperto partita IVA, creato corsi specifici sui social e sul personal branding soprattutto per chi si occupa di stile, creatività, bellezza, benessere, scritto un libro e tenuto lezioni all’Università.

All’epoca, come “vessillo” decisi di mettere una scarpetta bordeaux, presa da uno stock. Il bordeaux  è un colore che adoro per la profondità, la sensualità e anche perché è molto meno gridato del rosso. Si fa notare, ma con un appeal totalmente differente.

Nel corso degli anni, con l’affiancamento delle tematiche social e di storytelling allo stile, quel logo ha iniziato a starmi stretto. Volevo qualcosa che fosse comunque femminile, ma raccontasse più a 360° il mio universo. Volevo qualcosa fatto su misura per me, unico, solo mio.

La ricerca della professionista perfetta: il suggerimento è arrivato dalla community

Così, a ottobre del 2021, ho chiesto nelle stories di Instagram, alle persone che mi seguivano di indicarmi un professionista che si occupasse di loghi, in modo che potessi scegliere.

Ho ricevuto circa un centinaio di risposte, che ho vagliato tutte con attenzione.

Fino ad imbattermi nel suggerimento di Giusy Blandamura, fotografa specializzata in personal branding, che mi segnalava “Un logo per lei”, alias Claudia Catania.

Già il nome mi dava una chiara idea del pubblico a cui si rivolgesse. Quando ho guardato i suoi lavori me ne sono innamorata: floreale, gentile, delicata, sognante, ma allo stesso tempo tutti i loghi da lei realizzati racchiudevano forza, tenacia, attenzione. Qui il suo account Instagram.

E ho deciso che sarebbe stata lei la mia scelta.

I lavori con Claudia Catania

Isabella Berardi - The Fashion Cherry Diary

I lavori con Claudia sono iniziati a fine gennaio 2022 e abbiamo concluso tutto ai primi di maggio.

Claudia ha, dapprima, lavorato ad una versione floreale del logo, dato che questa era stata la mia prima indicazione.

Mi piaceva l’idea di legare il nome “cherry” alla fioritura dei ciliegi, intesa anche come momento di bellezza, stupore, di rinascita di sé.

Tuttavia, questa prima strada che abbiamo percorso non mi sembrava “completa”: quel fiore, seppur bellissimo, non riusciva ad esprimere tutto quello che desideravo così… con grandissima pazienza e professionalità da parte di Claudia, abbiamo lavorato ad una seconda versione del logo, una ciliegia, anzi a un volto di donna racchiuso dentro una ciliegia, ravvivato dalla passionalità e la forza del colore rosso cupo.

In quel logo c’è una donna gentile, così come sono le persone con cui voglio lavorare.

Ha gli occhi chiusi, come spesso viene rappresentata Medusa, la Gorgone, ma è pronta ad aprirli per far diventare i suoi sogni realtà.

Sorride.

È di profilo, come nei cammei classici.

Il colore dominante è un sontuoso bordeaux, come certi velluti preziosi.

E ha un neo, come me.

Quando Claudia me l’ha proposto, il mio cuore ha detto subito “sì”. Era proprio ciò che volevo!

 

I colori

Accanto a ciò, abbiamo ridefinito la palette di colori, che si basa sempre sul rosa e sul bordeaux. Qui, Claudia mi ha proposto delle bellissime tonalità più fredde e sofisticate rispetto a quelle esistenti che ho subito sentito mie.

I 4 colori scelti rappresentano il legno del ciliegio, il colore dei fiori, e il colore del frutto maturo. Anche i font sono cambiati e sono tondi e femminili, ma molto molto leggibili (cosa importantissima per me!).

Il mood è femminile: esclude volutamente una parte di pubblico e ne attira un altro. Quello con cui voglio lavorare.

Isabella Berardi - The Fashion Cherry Diary

Claudia, oltre al logo, ha realizzato anche le copertine dei contenuti in evidenza, i template per le storie, per le copertine dei reels, tutte cose che vedrete presto online. Ha lavorato sul nuovo moodboard, sulle brand guidelines con un’eleganza senza pari.

Questi mesi di lavoro insieme sono stati un momento di confronto e crescita, ho conosciuto una grandissima professionista, ma soprattutto una persona splendida che ha saputo, grazie alla sua sensibilità, cultura e delicatezza, rendere concreti i miei desideri.  E non posso fare altro che consigliarla.

Così questo logo è sbocciato esattamente come un fiore di ciliegio. Anche grazie ad un suggerimento dato dalla community.

Sull'autrice

Sono Isabella Berardi e sono una social media manager dal 2015 e una consulente d'immagine.
Aiuto i piccoli brand al femminile del settore moda, accessori, creatività a comunicare meglio la propria attività ed eccellenza sui social network.

error: Buongiorno, questo contenuto è protetto, spero che capirai, ma non voglio che le mie immagini girino senza il mio consenso. Grazie di cuore