fbpx
Isabella Berardi
Stai leggendo
Come migliorare i tuoi video su Instagram e sui social
0
Social media, Storytelling

Come migliorare i tuoi video su Instagram e sui social

Come migliorare i tuoi video su Instagram - The Fashion Cherry Diary di Berardi Isabella

Come migliorare la qualità dei tuoi video su Instagram e sugli altri social. Oggi parliamo di questa tematica dal punto di vista della costruzione del video. Ti descriverò una tecnica molto potente per migliorare in modo istantaneo i tuoi contenuti video.

Cominciamo!

I tuoi video su IG e sugli altri social non funzionano? Ti dai tanto da fare, ma le tue visualizzazioni rimangono al palo?

Ci sono molteplici motivi per cui il tuo video potrebbe performare male: una scarsa qualità tecnica (bassa risoluzione, montaggio fatto male), una pessima scelta dell’argomento, che non interessa la tua community, una mancanza di coerenza con i temi di cui tratti sul tuo profilo.

Questi sono solo alcuni esempi.

Capita, tuttavia, che in certi casi sia tutto corretto, ma il video vada comunque male.

Se questo è il tuo caso, io consiglio di lavorare sulla tecnica degli “hook molteplici”, che suggerisco anche ai miei clienti durante le sessioni di consulenza o di coaching relative ai loro contenuti (se ti interessa una consulenza personalizzata puoi cliccare qui > richiedi una consulenza).

Prenditi il tempo di leggere questa mail se vuoi migliorare.

Ti descriverò una tecnica potentissima per migliorare i tuoi video.

Ma andiamo con ordine.

Come migliorare i tuoi video su Instagram e sui social: partiamo dagli hook

“Hook” è una parola inglese che vuol dire “gancio”. È un elemento usato all’inizio di un contenuto (come un video, un articolo, o una canzone) per catturare immediatamente l’interesse del pubblico.

Può essere:

  • Una frase
  • Un suono particolare
  • Un movimento che facciamo per attirare l’attenzione
  • Una scritta o un elemento grafico impattante che mettiamo nei primissimi secondi del video

Il suo scopo è suscitare curiosità, emozione o sorpresa, incentivando le persone a continuare la visione del contenuto.

Detto concretamente, è quel “gancio” che attira e mantiene l’attenzione del pubblico fin dalle prime battute.

Un hook da solo non basta

Il web e i social sono pieni di contenuti del tipo “10 ganci per catturare l’attenzione del tuo pubblico”.

Sicuramente funzionano, ma il segreto è che un solo hook non basta.

Non serve solamente catturare l’attenzione, cosa che è importantissima, ma dobbiamo anche fare in modo che le persone guardino TUTTO il nostro video, indipendentemente dalla durata.

Anche perché il watch time è una metrica importantissima per i social, tutti. Più tempo le persone passano su un tuo contenuto, più l’algoritmo lo spingerà in avanti, interpretandolo come un segnale positivo (clicca qui se vuoi approfondire come funziona l’algoritmo di Instagram)

Tra l’altro su tutte le piattaforme, la durata dei video sta aumentando esponenzialmente, te ne sei accorto/a? Su TT, è possibile caricare video fino a 30 minuti, su IG sono in test i reels della durata di 3 minuti.

Quando ne ho parlato alla mia community su Instagram (a proposito, se non mi segui puoi farlo qui) è arrivata subito questa domanda: “Ma non si era detto che è meglio fare i video corti?”.

La risposta è “Dipende”. 

Come sempre, a fare la differenza non è solo cosa diciamo, ma anche il “come”. 

Ci sono video di certi creator che non smetteremmo mai di guardare (per me, sono tutti i video ASMR) e guarderemmo anche se durassero 10 minuti e oltre.

Ci sono, invece, video che skippiamo dopo meno di 2 secondi.

Qual è il segreto per tenere gli spettatori incollati ai nostri video, catturando la loro attenzione senza mai annoiarli? 

Usare, tra le altre cose, la tecnica degli hook molteplici.

Come migliorare i tuoi video su Instagram e sui social: la tecnica degli hook molteplici

Non si tratta solo di catturare l’attenzione all’inizio di un video, ma di saperla rinnovare a intervalli regolari durante tutta la sua durata.

Questo significa giocare con la curiosità, sorprendere, emozionare o persino sfidare chi guarda, invitandolo a restare con noi fino all’ultimo secondo.

Quindi, non basta inserire il famoso “gancio” iniziale, ma dobbiamo inserire ulteriori “attivatori dell’attenzione” durante il video.

Ecco quale indicazione.

  • Curiosità: Mantieni sempre un elemento di mistero o una promessa di scoperta imminente.
  • Interazione: Invita il pubblico a partecipare attivamente, magari facendo previsioni o rispondendo a domande.
  • Anticipazione: Offri piccole anticipazioni di ciò che accadrà dopo, senza svelare troppo.
  • Valore Aggiunto: Assicurati che ogni parte del video offra qualcosa di utile o interessante, mantenendo la promessa di valore fino alla fine.

Quindi, non basta semplicemente parlare… devi anche inserire degli elementi che mantengano viva l’attenzione nei tuoi video.

Esempio concreto tecnica degli hook molteplici

Andiamo nel concreto e vediamo come applicare questa tecnica ad un Video Tutorial di una ricetta

  • Inizio: “Oggi creiamo insieme la torta più soffice che abbiate mai assaggiato, con un ingrediente segreto che vi stupirà.”
  • Dopo 10 sec: “Ecco il momento magico: l’ingrediente segreto non è ciò che vi aspettate. Indovinate quale è?”
  • A metà video: “Prima di aggiungere l’ingrediente segreto, un piccolo trucco da chef per rendere la nostra torta unica.”
  • Conclusione: “Non andate via, sto per rivelarvi come trasformare questa semplice torta in un capolavoro decorativo in meno di 5 minuti.”

Come vedi, durante il video, ci sono numerosi hook che terranno agganciate le persone fino alla fine, mantenendo alta la loro attenzione.

Esercizio

Cimentati con questa tecnica nel tuo prossimo video.

Parti scrivendo cosa dirai e, poi, arricchisci lo script inserendo gli attivatori di attenzione, come da esempio sopra.

In conclusione

Esistono tanti fattori che concorrono a creare un video di successo. Ti ho segnalato l’importanza degli hook all’inizio del video, ma è necessario anche disseminare il percorso di ulteriori “attivatori dell’attenzione”, utilizzando la tecnica degli hook molteplici.

Spero che questo contenuto di sia stato utile per migliorare i tuoi video. Per ogni info aggiuntiva puoi scrivermi a segreteria@thefashioncherrydiary.com

Sull'autrice

Sono Isabella Berardi e, dal 2015, svolgo la professione più bella del mondo: la social media manager.
Con i miei percorsi formativi e con consulenze personalizzate, aiuto i piccoli brand creativi del settore moda, accessori, food, wellness e yoga a comunicare meglio la propria attività ed eccellenza sui social network e nel mondo digitale.
Se parti da zero, quindi, sei nel posto giusto!

error: Buongiorno, questo contenuto è protetto, spero che capirai, ma non voglio che le mie immagini girino senza il mio consenso. Grazie di cuore